Ott 26 2012

Polizze dormienti lo schema di lettera per richiedere il rimborso a Poste Vita

A seguito di molte vostre richieste vi posto uno schema di lettera da inviare a Poste Vita per ottenere il rimborso della polizza di cui siete beneficiari. Vi consiglio di farvi guardare il testo da qualche esperto legale per evitare casini (io non sono avvocato).

La lettera deve essere adattata alla vostra reale situazione. Quindi dovete aggiungere o togliere parti di questo schema, o potete scriverla come meglio vi aggrada.

La lettera deve essere inviata per conoscenza anche all’Antitrust (vedi recapiti) ed al’Ivass, già Isvap, (vedi recapiti). All’Antitrust serve per far valutare loro se Poste Vita ha ottemperato al provvedimento 21913. Mentre all’Ivass per far verificare se la condotta di Poste Vita sin dalla stipula del contratto assicurativo ha adempiuto a tutte le normative vigenti in materia.

Di sotto lo schema di lettera.

Io sottoscritto……………………codice fiscale……………….beneficiario della polizza nr……………….. stipulata dal contraente……………………..e che aveva per assicurato…………………..deceduto in data……….. chiedo che mi sia rimborsata in base al provvedimento dell’Antitrust nr. 21913 del 15 dicembre 2010 e pubblicato sul bollettino Antitrust del 3 gennaio 2011.Della polizza nr………….. sono beneficiari anche i Sig ………………………………………………………… Ho già richiesto il rimborso in data ed ho ottenuto un rifiuto da parte vostra con comunicazione del……….(allego copia).

Al rimborso del capitale e del bonus dovuto per la premorienza dell’assicurato (se il contratto lo prevedeva) devono essere aggiunti gli interessi legali e la svalutazione monetaria a decorrere dalla data della mia prima richiesta di rimborso sino alla data di effettivo pagamento. Se decorsi 30 (trenta) giorni dalla data di ricezione della presente raccomandata inizierò le procedure legali per ottenere quanto di mia spettanza in base alle condizioni contrattuali della polizza che elevavano la prescrizione a 10 anni (art…..) del contratto ed in base al provvedimento Antitrust nr. 21913 nel quale vi siete impegnati a liquidare le polizze fin quando non avreste inviato una comunicazione ad personam ai contraenti delle polizze per comunicare loro che la condizione contrattuale che elevava la prescrizione a 10 anni era decaduta a seguito dell’entrata in vigore della legge 166/08. Ed a titolo puramente informativo ora a seguito del DL 179/12 la prescrizione è stata riportata a 10 anni.

Per questo invito l’Antitrust che legge la presente per conoscenza a verificare se il comportamento di Poste Vita è conforme agli impegni presi con Voi e pubblicati nel provvedimento nr. 21913.

Invito altresì l’Ivass, già Isvap, a voler verificare se la polizza nr…………… è stata sottoscritta secondo la vigente normativa in materia e di verificare se il contraente aveva un profilo finanziario adeguato a sottoscrivere tale polizza. Se l’impiegato di Poste Italiane che materialmente ha stipulato la polizza per conto di Poste Vita era iscritto al Rui. Se Poste Vita ha rispettato la legge non comunicando ai contraenti che erano intervenute modifiche nelle condizioni di contratto a seguito della legge 166/08.

Resto a disposizione di Poste Vita, Antitrust ed Ivass nel fornire tutta la documentazione che possa essere utile per risolvere la questione.

Distinti saluti

 

firma leggibile

 

nome cognome

via

cap città

 

  • By Mario B., 27 Ottobre 2012 @ 13:58

    Dott. Malfettone se Postevita risponde negativamente con la solita risposta preconfezionata. Cosa bisogna fare?

  • By Giovanni Malfettone, 29 Ottobre 2012 @ 01:12

    Si apre il contenzioso davanti ad un giudice (giudice di Pace o Tribunale).

  • By Cinzia M., 30 Ottobre 2012 @ 18:36

    Gentile Malfettone la richiesta di rimborso può essere effettuata anche da chi non è intestatario di polizze vita emesse da Poste Italiane, ma emesse da altre compagnie d’assicurazione? eventualmente modificando lo schema da lei indicato in base alla propria specifica situazione?
    grazie

  • By Giovanni Malfettone, 31 Ottobre 2012 @ 00:25

    Lo schema è per Poste Vita. Per usarlo con altre compagnie bisogna completamente riscriverlo. Le altre compagnie nelle loro condizioni contrattuali non hanno elevato la prescrizione a 10 anni e non hanno presi impegni con l’Antitrust.

    Per contestare ad altre compagnie bisogna guardare le condizioni di contratto e la modulistica firmata all’atto della sottoscrizione per vedere se ci sono norme su cui appigliarsi per richiedere il rimborso.

    Ricordo che questo discorso vale solo per le polizze prescritte nel periodo 28 ottobre 2008 al 19 ottobre 2010.

    Per il periodo antecedente il 28 ottobre 2008 a breve le polizze prescritte saranno rimborsate. Si è in attesa della pubblicazione del bando della convezione Ministero Sviluppo Economico e Consap.

    Per il periodo dal 20 ottobre 2010 in poi non esistono più polizze prescritte in virtù del DL 179/2012.

  • By Davide, 6 Novembre 2012 @ 17:24

    Buonasera Malfettone,a me è andata in prescrizione una polizza sulla vita Poste Vita a luglio 2012,essendo passati 2 anni dal decesso dell’assicurato, sto procedendo con la richiesta di rimborso,rientro nel caso suddetto?dice che faccio ancora in tempo?Grazie

  • By Giovanni Malfettone, 6 Novembre 2012 @ 19:07

    La invii.

  • By Vincenzo, 27 Dicembre 2012 @ 18:09

    Gentile Giovanni Malfettone, il prospetto “profili finanziari” da compilare a cura del delle Poste S.P.A era già vigente nel 2002 per la sottoscrizione della Polizza Vita -Raddopio Premium (Index linked – Ramo III), (“l’assicurato” e la “contraente” avevano un titolo di studio di III elementare), e se lo erano, questo prospetto doveva essere soggetto al controllo dell’ISVAP verificare se il contraente aveva un profilo finanziario adeguato a sottoscrivere tale polizza, questo in virtù del fatto che le polizze vita di cui sopra sono già prescritte dal 19/07/2012 (causa decesso dell’assicurato il 19/07/2010), attualmente fino al 31/03/2013 sono ancora nelle disponibilità delle Poste S.P.A., per poi essere versati in un fondo del Ministero dell’Economia.
    Quanto sopra rappresentato, per poter riavere la liquidazione dei risparmi di una vita dei mie genitori, prego la S.V. di voler fornirmi elementi utili per poter ottenere la liquidazione delle polizze in argomento
    Cordiali saluti – Vincenzo.

  • By Giovanni Malfettone, 27 Dicembre 2012 @ 19:08

    Non ricordo se nel 2002 il profilo finanziario era già obbligatorio, se lo era nella documentazione allegata alla sottoscrizione della polizza dovrebbe trovare uno o più fogli che analizzano alcune informazioni di carattere finanziario sul contraente della polizza.

    Il titolo di studio del contraente incide molto nell’elaborazione del profilo finanziario, come incide la conoscenza e l’acquisto (precedente) di determinati prodotti finanziari classificati ad alto rischio.

  • By Vincenzo, 27 Dicembre 2012 @ 21:36

    Gentile Giovanni Malfettone, nel contratto relativo alla Polizza Vita denominata “RADDOPPIO PREMIUM” stipulata nel 2002 presso le Poste S.P.A., prescritte dal 19/07/2012, nella: Nota Informativa di Raddoppio Premium è scritto quanto segue:
    L’art. 2952 del c.c. dispone che se non stata avanzata richiesta di pagamento, i diritti derivanti dal contratto di assicurazione si prescrivono entro un anno da quando si verificato l’evento su cui il diritto si fonda, tuttavia, trascorso l’anno di prescrizione, la politica di Poste Vita S.p.A., era quella di non avvalersi di tale diritto per tutti i 10 anni successivi.
    La nuova legge del 27 ottobre 2008 aumentava la prescrizione da 1 a 2 anni delle polizze vita prescritte, e contestualmente si obbligava le Poste S.P.A. a versare le somme in argomento ad un fondo a disposizione del Ministero dell’Economia.
    La nuova legge del 27 ottobre 2008 di cui sopra introdotta dal Ministro dell’Economia, può rappresentare un elemento di rivalsa per il riscatto delle polizze prescritte, evidenziando nella richiesta di rivalsa la “mancata informazione” da parte delle poste della nuova legge di cui sopra.
    Cordiali saluti – Vincenzo.

  • By Edyta, 27 Dicembre 2012 @ 21:44

    Gentile Giovanni Malfettone, nel contratto relativo alla Polizza Vita denominata “RADDOPPIO PREMIUM” stipulata nel 2002 presso le Poste S.P.A., prescritte dal luglio del 2012, nella: Nota Informativa di Raddoppio Premium è scritto quanto segue:
    L’art. 2952 del c.c. dispone che se non stata avanzata richiesta di pagamento, i diritti derivanti dal contratto di assicurazione si prescrivono entro un anno da quando si verificato l’evento su cui il diritto si fonda, tuttavia, trascorso l’anno di prescrizione, la politica di Poste Vita S.p.A., era quella di non avvalersi di tale diritto per tutti i 10 anni successivi.
    La nuova legge del 27 ottobre 2008 aumentava la prescrizione da 1 a 2 anni delle polizze vita prescritte, e contestualmente si obbligava le Poste S.P.A. a versare le somme in argomento ad un fondo a disposizione del Ministero dell’Economia.
    La nuova legge del 27 ottobre 2008 di cui sopra introdotta dal Ministro dell’Economia, può rappresentare un elemento di rivalsa per il riscatto delle polizze prescritte, evidenziando nella richiesta di liquidazione delle somme relative alle polizze la “mancata informazione” da parte delle poste della nuova legge introdotta dal dal Ministro dell’Economia.
    Distinti saluti Edyta.

  • By Edyta, 27 Dicembre 2012 @ 21:47

    Sig. Giovanni Malfettone, nel contratto relativo alla Polizza Vita denominata “RADDOPPIO PREMIUM” stipulata presso le Poste S.P.A., prescritte dal luglio del 2012, nella: Nota Informativa di Raddoppio Premium è scritto quanto segue:
    L’art. 2952 del c.c. dispone che se non stata avanzata richiesta di pagamento, i diritti derivanti dal contratto di assicurazione si prescrivono entro un anno da quando si verificato l’evento su cui il diritto si fonda, tuttavia, trascorso l’anno di prescrizione, la politica di Poste Vita S.p.A., era quella di non avvalersi di tale diritto per tutti i 10 anni successivi.
    La nuova legge del 27 ottobre 2008 aumentava la prescrizione da 1 a 2 anni delle polizze vita prescritte, e contestualmente si obbligava le Poste S.P.A. a versare le somme in argomento ad un fondo a disposizione del Ministero dell’Economia.
    La nuova legge del 27 ottobre 2008 di cui sopra introdotta dal Ministro dell’Economia, può rappresentare un elemento di rivalsa per il riscatto delle polizze prescritte, evidenziando nella richiesta di liquidazione delle somme relative alle polizze la “mancata informazione” da parte delle poste della nuova legge introdotta dal dal Ministro dell’Economia.
    Distinti saluti Edyta.

  • By vincenzo, 27 Dicembre 2012 @ 23:52

    Egregio Sig. Giovanni Malfettone, in riferimento alla sua risposta dell’importanza del “profilo finanziario e titolo di studio in possesso del “contraente” di polizze vita Le pongo un ultimo quesito:
    – il profilo finanziario compilato nel 2006 sempre dalla stessa persona che aveva stipultato polizze vita nel 2002, possono essere utilizzate per quest’ultime già prescritte dal 19/07/2012 come presupposto di mancanza di un profilo finanziario adeguato a sottoscrivere polizze in argomento.

  • By anna, 13 Marzo 2013 @ 18:46

    Egr.Dott. Malfettone
    mi riferisco al rimborso delle “polizze dormienti” affluite nel fondo di cui alla legge 266/2005.
    Nel mio caso l’evento (morte) che ha determinato il diritto a riscuotere il capitale assicurato è avvenuto successivamente al 1/1/2006 (ossia il 28/12/2007), la prescrizione invece non è avvenuta anteriormente al 29/10/2008, ma successivamente (ossia due anni dopo)
    La prima condizione è soddisfatta la seconda no, quindi non ho diritto al rimborso.
    Mi chiedo: cosa hanno legiferato a fare? per salvare gli interessi di qualcuno in particolare? E tutti gli altri? E’ stata solo propaganda politica? Grazie se vorrà rispondermi. Anna

  • By Giovanni Malfettone, 14 Marzo 2013 @ 01:17

    Le consiglio di chiedere al call center di Consap perchè si sta facendo un pò di confusione tra le date di scadenza con quelle di prescrizione. In Consap sono un pò ballerini sulle date quindi è meglio che chieda direttamente a loro. Comunque la sua esposizione è esatta. Meglio chiedere se per loro fa fede la data di scadenza per Lei è tutto guadagno.
    Questo rimborso è per sanare una discriminazione tra quelli già rimborsati nel 2010 e i beneficiari di polizze che le compagnie avevano già versato al fondo. Il Dl 40/2010 abolì la retroattività della legge 166-08

  • By anna, 20 Marzo 2013 @ 18:21

    Grazie per la risposta. Da Consap già mi hanno risposto negativo.Purtroppo il mio è un caso di quelli per cui POSTE ITALIANE hanno consigliato di tenere la polizza fino a scadenza condannandola alla prescrizione. Non ho trovato ragione neanche all’ISVAP dove sono stati molto superficiali. A parte il ricorso legale che già ho avviato, mi chiedo se sia possibile con legge favorire alcuni e altri no. C.S.

  • By Giovanni Malfettone, 21 Marzo 2013 @ 00:25

    Segnali il suo caso all’Antitrust, ed a Poste Vita chieda il rimborso in base al provvedimento Antitrust 21913.

  • By Ambra, 12 Luglio 2013 @ 16:36

    Egr.Dott. Malfettone
    mia nonna si trova in questa situazione.
    Polizza vita con Poste italiane stipulata nel 2003 durata indicata nel contratto 10 anni.
    Nell’agosto del 2009 l’assicurato (il figlio) muore, a scadenza, aprile 2013 mia nonna chiede il riscatto della polizza che naturalmente le viene negata (con lettera datata 15/5/2013) poichè i soldi, trascorsi due anni dal decesso, sono stati devoluti al “famoso” fondo del ministero dell’economia e delle finanze.
    Ora mi chiedo quale azione è possibile intraprendere per il rimborso dei fondi.
    La ringrazio per l’attenzione che vorrà prestarmi.
    Porgo i mie migliori saluti.
    Ambra

  • By Giovanni Malfettone, 14 Luglio 2013 @ 12:46

    Se la polizza prevede nelle condizioni generali di contratto la prescrizione decennale contesti a Poste Vita la mancata applicazione del provvedimento Antitrust 21913. Da Poste Vita riceverà risposta negativa. Ora ha due strade da seguire:
    1) Rivolgersi al Tribunale per far valere i suoi diritti;
    2) Aspettare (non si quando) che vengono rifinazianti i fondi per rimborsare le polizze prescritte dopo il 2009 e devolute al Fondo vittime crack finanziari gestito da Consap per conto del Mef.

Other Links to this Post

  1. Giovanni Malfettone » Polizze dormienti qualche spunto per ottenerne il rimborso — 16 Dicembre 2012 @ 18:45

  2. Giovanni Malfettone » Polizze dormienti il punto — 29 Gennaio 2013 @ 22:17

WordPress Themes

Giovanni Malfettone is Spam proof, with hiddy