Mag 09 2010

Polizze dormienti i fatti della settimana

La settimana che si è chiusa oggi era iniziata sotto buoni auspici per una positiva conclusione delle c.d. polizze dormienti, la doccia fredda è arrivata quando il Governo ha posto la fiducia sul decreto incentivi (DL 40-2010), con quest’atto tutti gli emendamenti decadono e per questo motivo sono saltati gli emendamenti proposti dal Pd e condivisi anche dalla maggioranza. Ora non resta sperare nella riproposizione degli stessi emendamenti al Senato. Ricordo che l’attuale testo “salva” solo i beneficiari di polizze i cui proventi non siano stati versati al fondo anticrack e che la prescrizione sia anteriore al 28 ottobre 2008, in tutti gli altri casi non si ha diritto al rimborso.

Un’altra notizia di rilievo sempre sulla spinosa questione delle polizze dormienti è la scambio email tra la Sig.ra De Luca ed il Dr. Raimondi di Poste Vita. In questo scambio di email abbiamo appreso come Poste Vita ha intenzione di procedere e da quale data vuole conteggiare gli interessi maturati. Sul conteggio degli interessi reputo del tutto sbagliata l’interpretazione di Poste Vita, a mio parere gli interessi devono essere conteggiati a partire dal 31 giorno dalla data di ricezione della prima richiesta di rimborso da parte dei beneficiari. Questo perchè Poste Vita è restata sempre in possesso di queste somme.

Varie volte nei giorni scorsi ho suggerito di intraprendere iniziative per sollecitare soluzioni per i beneficiari che sono stati esclusi dal rimborso. Inizialmente nessuno ha preso in considerazione questi suggerimenti, poi improvvisamente sul forum di Aduc ci sono stati interventi anche duri che hanno iniziato a smuovere le acque. Ora bisogna vedere se dalle parole si passerà ai fatti.

Ora non resta aspettare la discussione che inizierà al Senato, naturalmente si spera che l’art. 2 comma 4 del DL 40-2010 venga migliorato. E si spera che il periodo di prescrizione venga portato a 10 anni, se questo non avverrà in tempi brevissimi ci ritroveremo  a parlare delle polizze dormienti per molto tempo. Solo negli ultimi 4 giorni mi hanno contatto una decina di persone per raccontarmi la loro storia  e nello scoprire solo in questi giorni a seguito della lettera che Poste Vita sta inviando in questi giorni agli  assicurati che comunica le variazioni apportate dalle legge 166-08 di essere beneficiari di una polizza che nel frattempo si è prescritta. Mi domando ma quante altre persone non sanno ancora di avere una polizza prescritta?

WordPress Themes

Giovanni Malfettone is Spam proof, with hiddy