Posts tagged: polizze vita

Gen 13 2015

Polizze dormienti sentenza Tribunale Catanzaro

L’Avv. Gisella Ferraro ci ha dato notizia della sentenza nr. 2686/2014 del 29/12/2014  emessa dal Tribunale di Catanzaro sul tema delle polizze dormienti.

L’assistita dell’avv. Ferraro aveva una polizza della Bnl Vita che si era prescritta nel 2010 che la compagnia assicurativa si rifiutava di rimborsare appellandosi alle norme di legge vigenti.

Il procedimento era iniziato davanti al Giudice di Pace che aveva condannato Bnl Vita alla restituzione dell’importo della polizza, la sentenza del GdP era stata appellata al Tribunale di Catanzaro che ha confermato  la sentenza in quanto Bnl Vita ha omesso di comunicare il mutamento delle disciplina relativa alla prescrizione che da un anno è divenuta di due anni disattendendo pertanto all’obbligo di comunicare tale mutamento ai sensi dell’art 1175 e 1176 c.c..

Ago 06 2014

Ufficiale rimborso polizze dormienti al 87,23%

Da un risponditore automatico di Consap si hanno alcune interessanti notizie sul riparto del rimborso del secondo bando MISE.

Consap sez. polizze dormienti riapre il 18 agosto una società pubblica chiude per ferie.

 

Questo è un messaggio inviato in automatico. La problematica rappresentata sarà esaminata a partire dal 18 agosto. Dopo tale data, ed entro la fine di agosto, la Sua mail sarà adeguatamente riscontrata.  Intanto è già possibile avere la risposta ad alcuni quesiti:

•         QUESITO: Posso presentare domanda di rimborso per una polizza dormiente?

RISPOSTA: Le domande presentate non potranno essere istruite in quanto non vengono più rimborsate le polizze i cui importi sono stati correttamente devoluti al fondo rapporti dormienti.

•         QUESITO: Ho presentato domanda di rimborso ai sensi del secondo Avviso di presentazione delle domande per polizze dormienti. Mi è stato assegnato un numero di pratica ed ho ricevuto la lettera di accoglimento. Ho però ricevuto un bonifico per un importo minore rispetto a quanto speravo. Perché? Riceverò altri bonifici?
                RISPOSTA: Non sarà disposto alcun ulteriore pagamento. E’ stato pagato l’87,23% della cifra    oggetto di accoglimento in quanto, come previsto dall’Avviso, poiché sono state accolte domande            per un importo superiore allo stanziamento MISE è stato corrisposto un rimborso proporzionalmente ridotto.

•         QUESITO: Ho presentato domanda di rimborso ai sensi del secondo Avviso di presentazione delle domande per polizze dormienti. Mi è stato assegnato un numero di pratica ed ho ricevuto la lettera di accoglimento, ma non il pagamento.
                RISPOSTA: Quasi tutti i pagamenti sono stati disposti. Se non hai ricevuto il bonifico il motivo   potrebbe essere uno dei seguenti:

1) non hai fornito un IBAN correttamente intestato all’avente     diritto;

2) non hai fornito una delega all’incasso necessaria ai fini del pagamento;

3) mancano alcuni    documenti che sono stati richiesti o saranno richiesti a settembre.

4) hai chiesto il rimborso a  mezzo assegno o vuoi essere pagato su in IBAN estero: in tal caso la lavorazione del pagamento   avverrà a partire da settembre.

•         QUESITO: Ho presentato domanda di rimborso ai sensi del secondo Avviso di presentazione delle domande per polizze dormienti. Mi è stato assegnato un numero di pratica e non ho ricevuto alcuna lettera di accoglimento o rigetto.

RISPOSTA: Potresti aver fornito un indirizzo errato. Ti invitiamo pertanto a verificare  i recapiti forniti. Poiché i destinatari di lettere di accoglimento non hanno lamentato alcun mancato riscontro, è possibile che la pratica non sia stata accolta. Potresti ricevere la lettera di rigetto della domanda nel mese di settembre (probabilmente la data dell’evento morte/scadenza non è successiva al 1.01.06 ed antecedente al 31.12.07).

Lug 24 2014

Polizze dormienti arrivati i rimborsi del secondo bando

Ieri nei commenti di questo Blog sono stati segnalati dei pagamenti dei rimborsi delle polizze dormienti da parte di Consap.

Le somme non sono state rimborsate integralmente ma con il riparto del 60%

Comunque la soluzione delle polizze dormienti non è ancora concluso perché molte persone aspettano ancora che si apra un’ulteriore finestra per un rimborso definitivo dei loro risparmi che una legge iniqua  ha di fatto confiscato agli aventi diritto.

Lug 17 2014

Polizze dormienti ancora nessuna notizia di rimborsi

Ad oggi ancora nessuna notizia di rimborsi di polizze dormienti da parte di Consap in merito al secondo bando.

I rimborsi dovevano essere fatti entro giugno 2014. Sinora non si è avuta alcuna notizia di persone che hanno ricevuto il rimborso.

Mag 19 2014

Come costruirsi un capitale

Molte persone che non dispongono di un capitale ma avendo intenzione di costruirlo molte volte non sanno come fare o utilizzano gli unici strumenti a loro conoscenza quali i libretti postali o bancari ed i Buoni fruttiferi postali, trascurando altre forme di risparmio.

E’ bene premettere che non si devono avere grosse somme ma bastano piccole somme per poter accedere a molti prodotti che nell’immaginario comune si ipotizza che siano riservati a chi già ha dei capitali da investire.

Bastano somme di 50-100 euro per poter iniziare per la costituzione di un capitale e non si è sottoposti a vincoli di durata o di versamenti.

Una volta stabilito il motivo per cui accantonare una piccola somma periodica per costituire il proprio capitale si cercherà il prodotto più adeguato al proprio caso.

Oltre ai già citati libretti postali o bancari e Buoni Fruttiferi postali si ci può orientare verso i fondi comuni di investimento, le Sicav, le polizze vita di capitalizzazione o verso i fondi pensione aperti.

Come si vede la gamma dei prodotti è abbastanza ampia e per scegliere il prodotto più adeguato alle proprie esigenze bisogna anche sapere la motivazione, che possono essere molteplici quali ad esempio: accantonare una somma per i figli; per spese impreviste; per una vecchiaia serena; e per altre infinite esigenze.

Ho scritto quest’articolo in forma molto sintetica per dare una piccola e semplice panoramica a possibili forme d’investimento disponendo di piccole somme.

 

Mag 14 2014

Polizze vita sequestrabili per evasione fiscale sentenza Corte di Cassazione

La Corte di Cassazione (III Sez. Penale) con sentenza nr. 18736 del 6 maggio 2014 ha sentenziato che le polizze vita possono essere sequestrate per il reato di evasione fiscale.

Apr 09 2014

Polizze dormienti all’estero il consumatore è ben tutelato

Mi è capitato di imbattermi in questo comunicato ACPR (in lingua francese) che sanziona la compagnia Cardiff (presente anche in Italia) con ben 10 milioni di euro per non essersi attivata in base ad una legge francese del 2007 che impone alle compagnie di attivarsi proficuamente alla ricerca dei beneficiari delle polizze vita il cui assicurato è deceduto.

In Italia per il fenomeno delle polizze dormienti abbiamo assistito al totale oblio da parte dell’Isvap, ora Ivass, e della Consob. In Francia la Cardiff è stata multata con 10 milioni di euro ed in Italia nè Ivass nè Consob hanno mai ritenuto di aprire almeno un’indagine sul comportamento tenuto da varie compagnie nella gestione delle polizze dormienti.

L’attuale Governo farebbe bene ad inserire Ivass e Consob nell’elenco degli enti (Autorità) inutili vista la loro completa assenza nel tutelare il consumatore.

Mar 26 2014

Polizze dormienti Consap sta inviando comunicazioni per il rimborso del secondo bando

Mi sono giunte alcune segnalazioni di beneficiari delle cosiddette polizze dormienti di aver ricevuto comunicazione della liquidazione dell’importo della polizza da parte di Consap, relativo al secondo bando di rimborso.

Sinora queste comunicazioni parlano dell’intero importo della polizza e non ci sono accenni ad eventuale riparto.

Ricordo che per il secondo bando di rimborso le somme richieste erano superiori alla somma stanziata. Per questo motivo si parlava che il rimborso sarebbe avvenuto con riparto. Ora queste comunicazioni lasciano ben sperare in un rimborso integrale.

E’ bene precisare che sinora nessuna delle persone che mi hanno segnalato di questa comunicazione da loro ricevuta da parte di Consap ha ricevuto sul proprio conto corrente l’importo spettante.

 

Mar 21 2014

Dal 1° maggio 2014 aumento tassazione rendite finanziarie

Dal prossimo 1° maggio le rendite finanziarie ed i capital gain saranno tassati al 26%. Per i titoli di stato ed i buoni postali fruttiferi la tassazione delle rendite rimane invariata al 12,50%. Per i prodotti finanziari tipo polizze, fondi ed Etf investiti in titoli di stato la tassazione della rendita è al 12,50%. Per tali prodotti consiglio di rivolgersi all’emittente per conoscere quale aliquota sarà applicata.

Resta in vigore sino al 30 aprile l’attuale tassazione sui prodotti finanziari. [30 giugno]

 

[La data è dal 1 luglio 2014 e non 1 maggio 2014]

Mar 21 2014

Nuova sentenza sulle polizze Index Linked

Una polizza assicurativa non può essere soggetta all’andamento di titoli finanziari. Un importante principio confermato dalla nuova vittoria ottenuta da Confconsumatori: un 40enne di Castelfranco Veneto (TV) ha investito e visto sfumare alcuni risparmi (5.000 euro) in una polizza assicurativa sulla vita index linked, denominata “Ergo”, collegata ad obbligazioni islandesi. Nei giorni scorsi il Tribunale di Treviso ha condannato con un’ordinanza la compagnia assicuratrice a restituire il capitale versato, oltre la rivalutazione monetaria, interessi e spese. L’investimento era stato effettuato tramite una polizza assicurativa c.d. index linked connessa ad obbligazioni islandesi. Per il Tribunale di Treviso, se una polizza vita è garantita da bond, al cui andamento è legata anche la rivalutazione del premio, si tratta non di un contratto assicurativo, né di un’assicurazione sulla vita, ma di una vera e propria operazione finanziaria, analoga agli investimenti in azioni o obbligazioni. Per il Tribunale quindi è necessario applicare le norme del TUF (d.lgs. n. 58/98), primo fra tutti l’art. 23 che impone la stipulazione per iscritto del contratto generale d’investimento, in mancanza del quale lo stesso e l’operazione devono essere dichiarati nulli.

Ormai sono frequenti le vittorie di Confconsumatori in questo campo, ma la particolarità di questo provvedimento sta nel fatto che la condanna sia contenuta in un’ordinanza ottenuta in pochissimo tempo – circa 4 mesi – alla fine del procedimento sommario di cognizione, introdotto con la riforma del codice di procedura civile contenuta nella legge 18 giugno 2009 n. 69.

“Una decisione importantissima – dichiara l’avv. Giovanni Franchi, legale di Confconsumatori, che ha tutelato in giudizio l’investitore – La stessa, benché vi siano provvedimenti di segno opposto, costituisce, un’ulteriore conferma di un orientamento giurisprudenziale ormai consolidato, per il quale queste polizze vita c.d. index linked sono vere e proprie forme assicurative solo quando garantiscono la restituzione del capitale. Quando invece il rimborso è subordinato all’andamento del titolo siamo al cospetto di veri e propri investimenti finanziari soggetti, come tali, alle disposizioni in materia. Il che, del resto è stato recentemente affermato anche dalla Suprema Corte con una sentenza (n. 6061/12) purtroppo dimenticata da giudici, che hanno pronunciato sentenze di segno opposto”.

Per Mara Colla, presidente di Confconsumatori, “gli acquirenti di queste false polizze vita – false perché veri e propri investimenti finanziari con i relativi rischi – devono sapere che oggi vi sono diverse possibilità di recupero dei denari investiti e finiti male”.

[via Helpconsumatori.it]

WordPress Themes

Giovanni Malfettone is Spam proof, with hiddy