Posts tagged: Ctz

Mar 25 2015

Mef programma emissioni Titoli di Stato nel II semestre 2015

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze comunica l’emissione dei seguenti nuovi titoli per il secondo trimestre del 2015:

CCTeu 15/12/2014 – 15/06/2022       Ammontare minimo dell’intera emissione: 9 miliardi di Euro
BTP      15/04/2015 – 15/05/2018      Ammontare minimo dell’intera emissione: 9 miliardi di Euro
BTP      01/05/2015 – 01/05/2020      Ammontare minimo dell’intera emissione: 10 miliardi di Euro

L’ammontare minimo si riferisce all’intera emissione, ovvero al valore che il circolante del titolo dovrà necessariamente raggiungere prima di essere sostituito da una nuova emissione sulla stessa scadenza.

La data di godimento dei nuovi titoli può non coincidere con quella di regolamento della prima tranche.

Durante il secondo trimestre, potranno altresì essere emessi ulteriori nuovi titoli sulla base delle condizioni dei mercati finanziari.

Saranno inoltre offerte ulteriori tranche dei seguenti titoli in corso di emissione:

CTZ      26/02/2015 – 27/02/2017
BTP     01/12/2014 – 01/12/2019      cedola 1,05%
BTP     16/02/2015 – 15/04/2022      cedola 1,35%
BTP      02/03/2015 – 01/06/2025     cedola 1,50%

Inoltre, in relazione alle condizioni di mercato, il MEF si riserva la facoltà di offrire ulteriori tranche di titoli a medio e lungo termine, nominali – a tasso fisso e variabile (CCTeu) – e indicizzati all’inflazione, ivi inclusi i titoli non più in corso di emissione, per assicurare l’efficienza del mercato secondario.

Per tutte le aste di titoli a medio e lungo termine, nominali – a tasso fisso e variabile (CCTeu) – e indicizzati all’inflazione (BTP€i), il Tesoro utilizzerà la procedura d’asta marginale con determinazione discrezionale del prezzo di aggiudicazione e della quantità emessa.

Mar 24 2015

Nuove emissioni di Btpi e Ctz

Il Mef emetterà il prossimo 25 marzo delle nuove tranche di Ctz a 2 anni, Isin IT0005089955 e Btpi scadenza 2024 Isin IT0005004426 e Btpi scadenza 2026 Isin IT0004735152 per un importo compreso tra 2,5 Mld a 3,5 Mld di Euro.

Mag 23 2014

Mef nuove emissioni di Ctz e Btp indicizzati inflazione area Euro

Il MEF annuncia l’emissione dei seguenti titoli di Stato e il relativo calendario per le operazioni di sottoscrizione:

Prenotazione da parte del pubblico entro ilPresentazione domande in asta entro le ore 11,00 delPresentazione domande asta
supplementare entro le ore 15,30 del
Regolamento sottoscrizioni il
26 maggio 201427 maggio 201428 maggio 201430 maggio 2014

Tipologia
Vita Residua
Codice ISIN
Tranche
Emissione
Scadenza
Cedola Annuale
Data Pagamento Cedola
Imp. Min. Off. (mln. €)
Imp. Max. Off. (mln. €)
Giorni Dietimi
Provv. Colloc.
% Imp. Suppl. Specialisti
Imp. Suppl. (mln. €)
CTZ 24 mesi
-
IT0005020778
3a
30 apr 2014
29 apr 2016
-
-
2.500
3.000
-
0,15%
15%
450,000
BTP€i 5 anni
in corso di em.
IT0004890882
15a
31 gen 2013
15 set 2018
1,70%
15 set 2014
500
1.000
76
0,25%
15%
150,000

Il meccanismo di collocamento utilizzato sarà quello dell’asta marginale con determinazione discrezionale del prezzo di aggiudicazione e della quantità emessa all’interno dei predetti intervalli di emissione.
L’ammontare collocato sarà determinato escludendo le offerte formulate a prezzi ritenuti non convenienti sulla base delle condizioni di mercato.
Sono ammesse a partecipare all’asta le banche italiane, comunitarie ed extracomunitarie, nonché le società di intermediazione mobiliare e le imprese di investimento comunitarie ed extra comunitarie indicate nei decreti recanti l’emissione dei suddetti titoli.
Detti operatori partecipano in proprio e per conto terzi.
Le domande di partecipazione devono essere inoltrate con indicazione, per ogni richiesta, del relativo prezzo offerto.
Ciascun operatore può formulare sino ad un massimo di cinque offerte, ciascuna ad un prezzo diverso e per un importo non inferiore a 500.000 euro di capitale nominale; eventuali offerte di importo inferiore non verranno prese in considerazione. Ciascuna offerta non deve essere superiore all’importo in emissione; eventuali offerte di ammontare superiore verranno accettate limitatamente all’importo medesimo.
I prezzi indicati varieranno dell’importo minimo di un millesimo di euro per i CTZ e di un centesimo di euro per i BTP€i;
eventuali variazioni di importo diverso vengono arrotondate per eccesso. L’importo minimo sottoscrivibile è di mille euro.
Le domande di partecipazione degli operatori devono essere avanzate, entro i termini sopra indicati, mediante trasmissione di richiesta telematica da indirizzare alla Banca d’Italia tramite Rete Nazionale Interbancaria con le modalità tecniche stabilite dalla Banca d’Italia medesima e conosciute dagli operatori.
Nel caso che le offerte al prezzo marginale non possano essere totalmente accolte, si procede al riparto pro-quota, con i necessari arrotondamenti.
Il prezzo di aggiudicazione sarà reso noto mediante comunicato stampa.
Gli operatori partecipanti all’asta provvederanno ad attribuire ai sottoscrittori i titoli assegnati, senza alcun onere aggiuntivo rispetto al prezzo di aggiudicazione.
Il regolamento dei titoli assegnati, da parte degli operatori, verrà effettuato al prezzo di aggiudicazione e, per i BTP€i, con corresponsione dei dietimi d’interesse dal giorno successivo alla data di decorrenza della cedola in corso al giorno di regolamento;
la Banca d’Italia, sulla base del Coefficiente di Indicizzazione riferito al giorno di regolamento, provvederà ad effettuare il calcolo dei controvalori relativi al capitale sottoscritto e ai dietimi da versare.
Agli operatori viene riconosciuta, quale compenso dell’impegno assunto di raccogliere le prenotazioni del pubblico, una provvigione – commisurata all’ammontare nominale dei titoli assegnati.
Il pubblico potrà prenotare i titoli presso le suddette categorie di operatori nel termine previsto nel calendario sopra indicato;
gli intermediari potranno richiedere, a garanzia del buon fine della sottoscrizione, l’eventuale versamento di un acconto sull’importo nominale prenotato.
Alla data prevista per il regolamento, il sottoscrittore verserà l’importo corrispondente ai titoli assegnati, sulla base del prezzo
di aggiudicazione; a fronte di tale versamento, gli verrà rilasciata apposita ricevuta.
Gli operatori “specialisti in titoli di Stato” hanno facoltà di partecipare ai collocamenti di titoli di Stato, previsti automaticamente, in via supplementare alle aste di emissione.
Le modalità e le condizioni per la partecipazione degli “specialisti” alle assegnazioni supplementari, nonché la ripartizione percentuale fra gli “specialisti” stessi, vengono indicate nei rispettivi decreti recanti l’emissione dei titoli suddetti.
Gli “specialisti” che non hanno partecipato all’asta di emissione non sono ammessi al collocamento supplementare.
L’assegnazione supplementare avrà luogo al prezzo di aggiudicazione determinato nell’asta della presente emissione.

Apr 23 2014

Lo scarso coraggio del Mef nell’emettere titoli di stato

Guardando l’andamento degli annunci di nuove emissioni di titoli di stato devo dire che al Mef mancano di coraggio per allungare la durata dei titoli e sia nel proporre nuove formule di emissioni.

Tralasciando l’allungamento del Btp Italia da 4 a 6 anni il resto delle emissioni segue sempre lo stesso copione. Ad esempio l’emissione dei Bot a 6 mesi non poteva essere sostituita da altre tipologie di titoli quali i Ctz? Non mi riesco a spiegare come mai i Ctz vengono emessi solo sulla scadenza dei 2 anni. Non sarebbe possibile emettere Ctz con queste scadenze 5, 10, 15, 20 e 30 anni?

Ci sono in circolazione oltre 144 miliardi di Bot non sarebbe il momento di abbassare la circolazione di questi titoli sui 50 miliardi e cercare di portare la differenze su scadenze più lunghe?

Non sarebbe opportuno emettere nuove tipologie di titoli? Ad esempio titoli a lunga scadenza dai 15 ai 30 anni che ogni 3 mesi pagherebbero una quota capitale più interessi (ammortamento alla francese), simile al funzionamento dei mutui ma all’incontrario.

Visto che il Tesoro vuole privatizzare alcune aziende di proprietà statale si è mai pensato di emettere obbligazioni convertibili invece di collocare solo titoli azionari?

Per il collocamento perché si ci affida un pò troppo ai cosiddetti specialist (quasi tutti stranieri) e non si offrono i titoli sul Mot come si fa con i Btp Italia? Offrendo le nuove emissioni sul Mot non si risparmierebbero le laute commissioni che vengono pagate agli specialist o si ha paura in qualche flop?

 

 

Apr 18 2014

Mef nuove emissioni di Ctz e Btpi ind. inflazione area Euro

Il MEF annuncia l’emissione dei seguenti titoli di Stato e il relativo calendario per le operazioni di sottoscrizione:

Prenotazione da parte del pubblico entro ilPresentazione domande in asta entro le ore 11,00 delPresentazione domande asta
supplementare entro le ore 15,30 del
Regolamento sottoscrizioni il
23 aprile 201424 aprile 201428 aprile 201430 aprile 2014
Tipologia
Vita Residua
Codice ISIN
Tranche
Emissione
Scadenza
Cedola Annuale
Data Pagamento Cedola
Imp. Min. Off. (mln. €)
Imp. Max. Off. (mln. €)
Giorni Dietimi
Provv. Colloc.
% Imp. Suppl. Spec.
Imp. Suppl. (mln. €)
CTZ 24 mesi
-
da attribuire
1a
30 apr 2014
29 apr 2016
-
-
3.000
3.500
-
0,15%
30%
1.050,000
BTP€i 10 anni (1)
in corso di em.
IT0005004426
2a
15 mar 2014
15 set 2024
2,35%
15 set 2014
750
1.500
46
0,35%
15%
15% Imp.Ass.
BTP€i 15 anni (1)
in corso di em.
IT0004735152
14a
15 mar 2011
15 set 2026
3,10%
15 set 2014
750
1.500
46
0,35%
15%
15% Imp.Ass.

(1) Questi titoli vengono emessi per un quantitativo all’interno di un intervallo di offerta congiunto. Pertanto l’importo minimo e massimo offerto è da intendersi complessivo per i due titoli.

Il meccanismo di collocamento utilizzato sarà quello dell’asta marginale con determinazione discrezionale del prezzo di aggiudicazione e della quantità emessa all’interno dei predetti intervalli di emissione.
L’ammontare collocato sarà determinato escludendo le offerte formulate a prezzi ritenuti non convenienti sulla base delle condizioni di mercato.
Sono ammesse a partecipare all’asta le banche italiane, comunitarie ed extracomunitarie, nonché le società di intermediazione mobiliare e le imprese di investimento comunitarie ed extra comunitarie indicate nei decreti recanti l’emissione dei suddetti titoli.
Detti operatori partecipano in proprio e per conto terzi.
Le domande di partecipazione devono essere inoltrate con indicazione, per ogni richiesta, del relativo prezzo offerto.
Ciascun operatore può formulare sino ad un massimo di cinque offerte, ciascuna ad un prezzo diverso e per un importo non inferiore a 500.000 euro di capitale nominale; eventuali offerte di importo inferiore non verranno prese in considerazione. Ciascuna offerta non deve essere superiore all’importo in emissione; eventuali offerte di ammontare superiore verranno accettate limitatamente all’importo medesimo.
I prezzi indicati varieranno dell’importo minimo di un millesimo di euro per i CTZ e di un centesimo di euro per i BTP€i;
eventuali variazioni di importo diverso vengono arrotondate per eccesso. L’importo minimo sottoscrivibile è di mille euro.
Le domande di partecipazione degli operatori devono essere avanzate, entro i termini sopra indicati, mediante trasmissione di richiesta telematica da indirizzare alla Banca d’Italia tramite Rete Nazionale Interbancaria con le modalità tecniche stabilite dalla Banca d’Italia medesima e conosciute dagli operatori.

Nel caso che le offerte al prezzo marginale non possano essere totalmente accolte, si procede al riparto pro-quota, con i necessari arrotondamenti.
Il prezzo di aggiudicazione sarà reso noto mediante comunicato stampa.
Gli operatori partecipanti all’asta provvederanno ad attribuire ai sottoscrittori i titoli assegnati, senza alcun onere aggiuntivo rispetto al prezzo di aggiudicazione.
Il regolamento dei titoli assegnati, da parte degli operatori, verrà effettuato al prezzo di aggiudicazione e, per i BTP€i, con corresponsione dei dietimi d’interesse dal giorno successivo alla data di decorrenza della cedola in corso al giorno di regolamento;
la Banca d’Italia, sulla base del Coefficiente di Indicizzazione riferito al giorno di regolamento, provvederà ad effettuare il calcolo dei controvalori relativi al capitale sottoscritto e ai dietimi da versare.
Agli operatori viene riconosciuta, quale compenso dell’impegno assunto di raccogliere le prenotazioni del pubblico, una provvigione – commisurata all’ammontare nominale dei titoli assegnati.
Il pubblico potrà prenotare i titoli presso le suddette categorie di operatori nel termine previsto nel calendario sopra indicato;
gli intermediari potranno richiedere, a garanzia del buon fine della sottoscrizione, l’eventuale versamento di un acconto sull’importo
nominale prenotato.
Alla data prevista per il regolamento, il sottoscrittore verserà l’importo corrispondente ai titoli assegnati, sulla base del prezzo di aggiudicazione; a fronte di tale versamento, gli verrà rilasciata apposita ricevuta.
Gli operatori “specialisti in titoli di Stato” hanno facoltà di partecipare ai collocamenti di titoli di Stato, previsti automaticamente, in via supplementare alle aste di emissione.
Le modalità e le condizioni per la partecipazione degli “specialisti” alle assegnazioni supplementari, nonché la ripartizione percentuale fra gli “specialisti” stessi, vengono indicate nei rispettivi decreti recanti l’emissione dei titoli suddetti.
Gli “specialisti” che non hanno partecipato all’asta di emissione non sono ammessi al collocamento supplementare.
L’assegnazione supplementare avrà luogo al prezzo di aggiudicazione determinato nell’asta della presente emissione.
A decorrere dalla presente emissione, i BTP€i 10 anni (15 mar 2014/15 set 2024 ISIN IT0005004426) sono ammessi all’attività
di stripping, come previsto dal decreto ministeriale n. 96718 del 7 dicembre 2012.

Mar 22 2014

Mef nuova emissione di Ctz

Il MEF annuncia l’emissione dei seguenti titoli di Stato e il relativo calendario per le operazioni di sottoscrizione:

Prenotazione da parte del pubblico entro ilPresentazione domande in asta entro le ore 11,00 delPresentazione domande asta
supplementare entro le ore 15,30 del
Regolamento sottoscrizioni il
25 marzo 201426 marzo 201427 marzo 201431 marzo 2014
Tipologia
Codice ISIN
Tranche
Emissione
Scadenza
Imp. Min. Off. (mln. €)
Imp. Max. Off. (mln. €)
Provv. Colloc.
% Imp. Suppl. Specialisti
Imp. Suppl. (mln. €)
CTZ 24 mesi
IT0004978208
9a
29 nov 2013
31 dic 2015
2.000
2.500
0,20%
15%
375,000

Il meccanismo di collocamento utilizzato per i certificati di cui sopra sarà quello dell’asta marginale con determinazione discrezionale del prezzo di aggiudicazione e della quantità emessa all’interno del predetto intervallo di emissione.
L’ammontare collocato sarà determinato escludendo le offerte formulate a prezzi ritenuti non convenienti sulla base delle condizioni di mercato.
Sono ammesse a partecipare all’asta le banche italiane, comunitarie ed extracomunitarie, nonché le società di intermediazione
mobiliare e le imprese di investimento comunitarie ed extra comunitarie indicate nei decreti recanti l’emissione dei suddetti titoli.
Detti operatori partecipano in proprio e per conto terzi.
Le domande di partecipazione devono essere inoltrate con indicazione, per ogni richiesta, del relativo prezzo offerto.
Ciascun operatore può formulare sino ad un massimo di cinque offerte, ciascuna ad un prezzo diverso e per un importo non
inferiore a 500.000 euro di capitale nominale; eventuali offerte di importo inferiore non verranno prese in considerazione. Ciascuna offerta non deve essere superiore all’importo in emissione; eventuali offerte di ammontare superiore verranno accettate limitatamente all’importo medesimo.
I prezzi indicati varieranno dell’importo minimo di un millesimo di euro; eventuali variazioni di importo diverso vengono
arrotondate per eccesso. L’importo minimo sottoscrivibile è di mille euro.
Le domande di partecipazione degli operatori devono essere avanzate – nel termine previsto dal calendario sopra indicato –
mediante trasmissione di richiesta telematica da indirizzare alla Banca d’Italia tramite Rete Nazionale Interbancaria con le modalità tecniche stabilite dalla Banca d’Italia medesima e conosciute dagli operatori.
Nel caso che le offerte al prezzo marginale non possano essere totalmente accolte, si procede al riparto pro-quota, con i
necessari arrotondamenti.
Il prezzo di aggiudicazione sarà reso noto mediante comunicato stampa.
Gli operatori partecipanti all’asta provvederanno ad attribuire ai sottoscrittori i certificati assegnati, senza alcun onere
aggiuntivo rispetto al prezzo di aggiudicazione.

Il regolamento dei certificati assegnati, da parte degli operatori, verrà effettuato al prezzo di aggiudicazione.
Agli operatori viene riconosciuta, quale compenso dell’impegno assunto di raccogliere le prenotazioni del pubblico, una provvigione commisurata all’ammontare nominale dei certificati assegnati.
Il pubblico potrà prenotare i certificati presso le suddette categorie di operatori nel termine previsto nel sottoindicato calendario; gli intermediari potranno richiedere, a garanzia del buon fine della sottoscrizione, l’eventuale versamento di un acconto sull’importo nominale prenotato.
Alla data prevista per il regolamento, il sottoscrittore verserà l’importo corrispondente ai certificati assegnati, sulla base
del prezzo di aggiudicazione; a fronte di tale versamento, gli verrà rilasciata apposita ricevuta.
Gli operatori “specialisti in titoli di Stato” hanno facoltà di partecipare ai collocamenti di titoli di Stato, previsti automaticamente, in via supplementare alle aste di emissione.
Le modalità e le condizioni per la partecipazione degli “specialisti” alle assegnazioni supplementari, nonché la ripartizione
percentuale fra gli “specialisti” stessi, vengono indicate nei rispettivi decreti recanti l’emissione dei titoli suddetti.
Gli “specialisti” che non hanno partecipato all’asta di emissione non sono ammessi al collocamento supplementare.
L’assegnazione supplementare avrà luogo al prezzo di aggiudicazione determinato nell’asta della presente emissione.

Feb 21 2014

Mef nuove emissioni di Ctz e Btp indicizzati inflazione area Euro

Il MEF annuncia l’emissione dei seguenti titoli di Stato e il relativo calendario per le operazioni di sottoscrizione:

Prenotazione da parte del pubblico entro ilpresentazione domande in asta entro le ore 11,00 delPresentazione domande asta
supplementare entro le ore 15,30 del
Regolamento sottoscrizioni il
24 febbraio 201425 febbraio 201426 febbraio 201428 febbraio 2014
Tipologia
Vita Residua
Codice ISIN
Tranche
Emissione
Scadenza
Cedola Annuale
Data Pagamento Cedola
Imp. Min. Off. (mln. €)
Imp. Max. Off. (mln. €)
Giorni Dietimi
Provv. Colloc.
% Imp. Suppl. Specialisti
Imp. Suppl. (mln. €)
CTZ 24 mesi
-
IT0004978208
7a
29 nov 2013
31 dic 2015
-
-
2.000
2.500
-
0,20%
15%
375,000
BTP€i 5 anni
in corso di em.
IT0004890882
13a
31 gen 2013
15 set 2018
1,70%
15 mar 2014
500
1.000
166
0,30%
15%
150,000

Il meccanismo di collocamento utilizzato sarà quello dell’asta marginale con determinazione discrezionale del prezzo di aggiudicazione e della quantità emessa all’interno dei predetti intervalli di emissione.
L’ammontare collocato sarà determinato escludendo le offerte formulate a prezzi ritenuti non convenienti sulla base delle condizioni di mercato.
Sono ammesse a partecipare all’asta le banche italiane, comunitarie ed extracomunitarie, nonché le società di intermediazione mobiliare e le imprese di investimento comunitarie ed extra comunitarie indicate nei decreti recanti l’emissione dei suddetti titoli.
Detti operatori partecipano in proprio e per conto terzi.
Le domande di partecipazione devono essere inoltrate con indicazione, per ogni richiesta, del relativo prezzo offerto.
Ciascun operatore può formulare sino ad un massimo di cinque offerte, ciascuna ad un prezzo diverso e per un importo non inferiore a 500.000 euro di capitale nominale; eventuali offerte di importo inferiore non verranno prese in considerazione. Ciascuna offerta non deve essere superiore all’importo in emissione; eventuali offerte di ammontare superiore verranno accettate limitatamente all’importo medesimo.
I prezzi indicati varieranno dell’importo minimo di un millesimo di euro per i CTZ e di un centesimo di euro per i BTP€i;
eventuali variazioni di importo diverso vengono arrotondate per eccesso. L’importo minimo sottoscrivibile è di mille euro.
Le domande di partecipazione degli operatori devono essere avanzate, entro i termini sopra indicati, mediante trasmissione di
richiesta telematica da indirizzare alla Banca d’Italia tramite Rete Nazionale Interbancaria con le modalità tecniche stabilite dalla Banca d’Italia medesima e conosciute dagli operatori.

Nel caso che le offerte al prezzo marginale non possano essere totalmente accolte, si procede al riparto pro-quota, con i necessari arrotondamenti.
Il prezzo di aggiudicazione sarà reso noto mediante comunicato stampa.
Gli operatori partecipanti all’asta provvederanno ad attribuire ai sottoscrittori i titoli assegnati, senza alcun onere aggiuntivo rispetto al prezzo di aggiudicazione.
Il regolamento dei titoli assegnati, da parte degli operatori, verrà effettuato al prezzo di aggiudicazione e, per i BTP€i, con corresponsione dei dietimi d’interesse dal giorno successivo alla data di decorrenza della cedola in corso al giorno di regolamento;
la Banca d’Italia, sulla base del Coefficiente di Indicizzazione riferito al giorno di regolamento, provvederà ad effettuare il calcolo dei controvalori relativi al capitale sottoscritto e ai dietimi da versare.
Agli operatori viene riconosciuta, quale compenso dell’impegno assunto di raccogliere le prenotazioni del pubblico, una provvigione – commisurata all’ammontare nominale dei titoli assegnati.
Il pubblico potrà prenotare i titoli presso le suddette categorie di operatori nel termine previsto nel calendario sopra indicato;
gli intermediari potranno richiedere, a garanzia del buon fine della sottoscrizione, l’eventuale versamento di un acconto sull’importo nominale prenotato.
Alla data prevista per il regolamento, il sottoscrittore verserà l’importo corrispondente ai titoli assegnati, sulla base del prezzo
di aggiudicazione; a fronte di tale versamento, gli verrà rilasciata apposita ricevuta.
Gli operatori “specialisti in titoli di Stato” hanno facoltà di partecipare ai collocamenti di titoli di Stato, previsti automaticamente, in via supplementare alle aste di emissione.
Le modalità e le condizioni per la partecipazione degli “specialisti” alle assegnazioni supplementari, nonché la ripartizione
percentuale fra gli “specialisti” stessi, vengono indicate nei rispettivi decreti recanti l’emissione dei titoli suddetti.
Gli “specialisti” che non hanno partecipato all’asta di emissione non sono ammessi al collocamento supplementare.
L’assegnazione supplementare avrà luogo al prezzo di aggiudicazione determinato nell’asta della presente emissione.

Gen 24 2014

Mef nuove emissioni di Ctz e Btp indicizzati inflazione area Euro

Il MEF annuncia l’emissione dei seguenti titoli di Stato e il relativo calendario per le operazioni di sottoscrizione:

Prenotazione da parte del pubblico entro ilPresentazione domande in asta entro le ore 11,00 delPresentazione domande asta
supplementare entro le ore 15,30 del
Regolamento sottoscrizioni il
27 gennaio 201428 gennaio 201429 gennaio 201431 gennaio 2014
Tipologia
Vita Residua
Codice ISIN
Tranche
Emissione
Scadenza
Cedola Annuale
Data Pagamento Cedola
Imp. Min. Off. (mln. €)
Imp. Max. Off. (mln. €)
Giorni Dietimi
Provv. Colloc.
% Imp. Suppl. Specialisti
Imp. Suppl. (mln. €)
CTZ 24 mesi
-
IT0004978208
5a
29 nov 2013
31 dic 2015
-
-
2.000
2.500
-
0,20%
15%
375,000
BTP€i 5 anni
in corso di em.
IT0004890882
11a
31 gen 2013
15 set 2018
1,70%
15 mar 2014
750
1.250
138
0,30%
15%
187,500

Il meccanismo di collocamento utilizzato sarà quello dell’asta marginale con determinazione discrezionale del prezzo di aggiudicazione e della quantità emessa all’interno dei predetti intervalli di emissione.
L’ammontare collocato sarà determinato escludendo le offerte formulate a prezzi ritenuti non convenienti sulla base delle condizioni di mercato.
Sono ammesse a partecipare all’asta le banche italiane, comunitarie ed extracomunitarie, nonché le società di intermediazione mobiliare e le imprese di investimento comunitarie ed extra comunitarie indicate nei decreti recanti l’emissione dei suddetti titoli.
Detti operatori partecipano in proprio e per conto terzi.
Le domande di partecipazione devono essere inoltrate con indicazione, per ogni richiesta, del relativo prezzo offerto.
Ciascun operatore può formulare sino ad un massimo di cinque offerte, ciascuna ad un prezzo diverso e per un importo non inferiore a 500.000 euro di capitale nominale; eventuali offerte di importo inferiore non verranno prese in considerazione. Ciascuna offerta non deve essere superiore all’importo in emissione; eventuali offerte di ammontare superiore verranno accettate limitatamente all’importo medesimo.
I prezzi indicati varieranno dell’importo minimo di un millesimo di euro per i CTZ e di un centesimo di euro per i BTP€i;
eventuali variazioni di importo diverso vengono arrotondate per eccesso. L’importo minimo sottoscrivibile è di mille euro.
Le domande di partecipazione degli operatori devono essere avanzate, entro i termini sopra indicati, mediante trasmissione di richiesta telematica da indirizzare alla Banca d’Italia tramite Rete Nazionale Interbancaria con le modalità tecniche stabilite dalla Banca d’Italia medesima e conosciute dagli operatori.

Nel caso che le offerte al prezzo marginale non possano essere totalmente accolte, si procede al riparto pro-quota, con i
necessari arrotondamenti.
Il prezzo di aggiudicazione sarà reso noto mediante comunicato stampa.
Gli operatori partecipanti all’asta provvederanno ad attribuire ai sottoscrittori i titoli assegnati, senza alcun onere aggiuntivo rispetto al prezzo di aggiudicazione.
Il regolamento dei titoli assegnati, da parte degli operatori, verrà effettuato al prezzo di aggiudicazione e, per i BTP€i, con corresponsione dei dietimi d’interesse dal giorno successivo alla data di decorrenza della cedola in corso al giorno di regolamento;
la Banca d’Italia, sulla base del Coefficiente di Indicizzazione riferito al giorno di regolamento, provvederà ad effettuare il calcolo dei controvalori relativi al capitale sottoscritto e ai dietimi da versare.
Agli operatori viene riconosciuta, quale compenso dell’impegno assunto di raccogliere le prenotazioni del pubblico, una provvigione – commisurata all’ammontare nominale dei titoli assegnati.
Il pubblico potrà prenotare i titoli presso le suddette categorie di operatori nel termine previsto nel calendario sopra indicato;
gli intermediari potranno richiedere, a garanzia del buon fine della sottoscrizione, l’eventuale versamento di un acconto sull’importo nominale prenotato.
Alla data prevista per il regolamento, il sottoscrittore verserà l’importo corrispondente ai titoli assegnati, sulla base del prezzo di aggiudicazione; a fronte di tale versamento, gli verrà rilasciata apposita ricevuta.
Gli operatori “specialisti in titoli di Stato” hanno facoltà di partecipare ai collocamenti di titoli di Stato, previsti automaticamente, in via supplementare alle aste di emissione.
Le modalità e le condizioni per la partecipazione degli “specialisti” alle assegnazioni supplementari, nonché la ripartizione percentuale fra gli “specialisti” stessi, vengono indicate nei rispettivi decreti recanti l’emissione dei titoli suddetti.
Gli “specialisti” che non hanno partecipato all’asta di emissione non sono ammessi al collocamento supplementare.
L’assegnazione supplementare avrà luogo al prezzo di aggiudicazione determinato nell’asta della presente emissione.

Dic 21 2013

Titoli di Stato riepilogo emissioni ultimo semestre (2)

segue da articolo

 

30 settembre emissione Bot 6 mesi (comunicato);

1 ottobre 2013 emissioni di Btp a 5 e 10 anni (comunicato);

8 ottobre 2013 emissione primo Btp a 7 anni (comunicato);

14 ottobre emissione Bot 12 mesi (comunicato);

15 ottobre 2013 emissioni di CctEu e Btp a 3 e 15 anni (comunicato);

31 ottobre 2013 emissione Bot 6 mesi (comunicato);

31 ottobre 2013 emissioni di Ctz e Btpi (comunicato);

1 novembre 2013 emissioni di Btp a 5 e 10 anni (comunicato);

12 novembre 2013 quinta emissione Btp Italia (comunicato);

14 novembre 2013 emissione Bot 12 mesi (comunicato);

15 novembre 2013 emissioni di CctEu e Btp a 3 e 30 anni (comunicato);

29 novembre 2013 emissione di Ctz (comunicato);

29 novembre 2013 emissione di Bot a 6 mesi (comunicato);

2 dicembre 2013 emissione di Btp a 10 anni (comunicato);

13 dicembre emissione di Bot 12 mesi (comunicato);

2 gennaio 2014 emissione di Ctz (comunicato);

2 gennaio 2014 emissione di Bot 6 mesi (comunicato).

 

Dic 21 2013

Titoli di Stato riepilogo emissioni ultimo semestre (1)

Non avendo potuto aggiornare con puntualità l’emissioni dei Titoli di Stato ne faccio un breve riassunto inserendo il link del comunicato stampa del Mef.

1 luglio 2013 emissione di Btp a 5 e 10 anni (comunicato);

15 luglio 2013 emissioni di CctEu, Btp a 3 e 30 anni (comunicato);

31 luglio 2013 emissione Bot (comunicato);

31 luglio 2013 emissione Ctz (comunicato);

1 agosto 2013 emissioni di Btp a 5 e 10 anni (comunicato);

14 agosto 2013 emissione Bot 12 mesi (comunicato);

30 agosto 2013 emissioni Ctz e Btpi (comunicato);

30 agosto 2013 emissione Bot a 6 mesi (comunicato);

2 settembre 2013 emissioni di Btp a 5 e 10 anni (comunicato);

13 settembre 2013 emissioni di Bot flessibile e a 12 mesi (comunicato);

16 settembre 2013 emissioni di Btp 3 e 15 anni, CctEu 2 emissioni (comunicato);

30 settembre 2013 emissioni di Ctz e Btpi (comunicato).

segue

 

 

 

WordPress Themes

Giovanni Malfettone is Spam proof, with hiddy