Posts tagged: Btp

Feb 03 2016

Mef dettagli collocamento Btp 30 anni

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze comunica i dettagli dell’emissione del nuovo BTP a 30 anni, con scadenza 1 marzo 2047 e cedola annua del 2,70%.

Hanno partecipato all’operazione circa 340 investitori per una domanda complessiva pari a circa 25,4 miliardi di euro. Più della metà del collocamento è stato sottoscritto da fund manager (53,1%) mentre le banche si sono aggiudicate il 24,4% dell’emissione. Investitori con un orizzonte di investimento di lungo periodo hanno acquistato circa il 10,3% (in particolare il 6,2% è andato a fondi pensione e assicurazioni mentre il 4,1% è stato assegnato a banche centrali e istituzioni governative). Agli hedge fund è stato collocato circa l’8,9% dell’ammontare del nuovo titolo. Inoltre, hanno partecipato all’emissione anche imprese non finanziarie, aggiudicandosi circa l’1,4%.

La partecipazione al collocamento del titolo, in termini di provenienza geografica è stata estremamente diversificata ed ha visto una presenza preponderante di investitori esteri rispetto a quelli domestici. Di rilievo è stata in particolare la quota sottoscritta da investitori residenti in Gran Bretagna e Irlanda (circa 40,8%) a fronte di una richiesta pari a circa il 51,2% della domanda totale. Gli investitori domestici si sono aggiudicati il 26,5% circa dell’emissione. Il resto del collocamento è stato allocato in larga parte in Europa continentale (circa 25,3%), ed in particolare in Germania/Austria (12,3%), nei paesi scandinavi (3,8%), nella penisola Iberica (2,8%), in Francia (2,7%) e nel Benelux (2,2%). Da notare la partecipazione anche degli investitori svizzeri per una quota pari a circa l’1,3%. Al di fuori dell’Europa, significativa la partecipazione di investitori nord-americani (USA e Canada) che, con una domanda pari a circa il 9,4% del totale richiesto, si sono aggiudicati circa il 5,1% dell’emissione. Infine, gli investitori asiatici sono stati allocati per circa l’1% del collocamento.

Il collocamento è stato effettuato tramite la costituzione di un sindacato composto da Deutsche Bank A.G., Goldman Sachs Int. Bank, HSBC France, JP Morgan Securities PLC e Monte dei Paschi di Siena Capital Services Banca per le Imprese S.p.A. che hanno partecipato in veste di lead manager, mentre tutti gli altri Specialisti in titoli di Stato sono stati co-lead manager dell’operazione.

Feb 02 2016

Mef emesso nuovo Btp 30 anni per 9 miliardi

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze comunica i risultati dell’emissione della prima tranche del nuovo BTP a 30 anni. Il nuovo titolo ha scadenza 1° marzo 2047, godimento 9 febbraio 2016 e tasso annuo 2,70%, pagato in due cedole semestrali. Il regolamento dell’operazione è fissato per il 9 febbraio p.v.
L’importo emesso è stato pari a 9 miliardi di euro. Il titolo è stato collocato al prezzo di 99,182 corrispondente ad un rendimento lordo annuo all’emissione del 2,758%.
Il collocamento è stato effettuato mediante sindacato, costituito da cinque lead manager, Deutsche Bank A.G., Goldman Sachs Int. Bank, HSBC France, JP Morgan Securities PLC, Monte dei Paschi di Siena Capital Services Banca per le Imprese S.p.A. e dai restanti Specialisti in titoli di Stato italiani in qualità di co-lead manager.
Con successivo comunicato del Ministero dell’Economia e delle Finanze sarà specificata la composizione della domanda.

Feb 01 2016

Mef nuovo Btp a 30 anni

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze comunica di aver affidato a Deutsche Bank A.G., Goldman Sachs Int. Bank, HSBC France, JP Morgan Securities PLC e Monte dei Paschi di Siena Capital Services Banca per le Imprese S.p.A. il mandato per il collocamento sindacato di un nuovo benchmark a 30 anni BTP – scadenza 1° marzo 2047. La transazione sarà effettuata nel prossimo futuro, in relazione alle condizioni di mercato.

Apr 15 2015

Mef concambio telematico

Il MEF comunica che il 17 aprile 2015 effettuerà un’operazione di concambio attraverso il sistema telematico di negoziazione.
Sarà offerto un titolo in emissione a fronte di un massimo di quattro titoli in riacquisto.

Il titolo in emissione sarà il BTP 01/03/2025, cedola 5,00% (IT0004513641).

Ai fini di un efficiente funzionamento del mercato secondario e di una prudente gestione del profilo delle scadenze, l’importo nominale emesso del suddetto titolo non potrà eccedere i 2.500 milioni di euro.

I titoli ammissibili al concambio (oggetto del riacquisto) saranno:

  • IT0004019581    BTP 01/08/2016, cedola 3,75%
  • IT0004164775    BTP 01/02/2017, cedola 4,00%
  • IT0003242747    BTP 01/08/2017, cedola 5,25%
  • IT0004652175    CCTeu 15/10/2017

Il 17 aprile 2015, alle ore 10, i prezzi di riacquisto dei titoli ammessi al concambio, scelti tra quelli sopra elencati, saranno visibili direttamente ed esclusivamente sulla piattaforma elettronica. L’operazione si svolgerà dalle ore 10 e terminerà entro le ore 11 del suddetto giorno.
L’assegnazione dei titoli emessi è effettuata al prezzo rispettivamente indicato da ciascun operatore e accettato dal MEF.
Sono ammessi a partecipare al concambio esclusivamente gli “Specialisti in titoli di Stato”. Non è prevista la corresponsione della commissione di collocamento.
Il regolamento dell’operazione è fissato per il giorno 21 aprile 2015.

Apr 08 2015

Mef nuove emissioni di Btp a 3, 7, 15 anni

Il Mef emetterà il prossimo 13 aprile Btp a 3 anni, Isin da attribuire, per un importo min. 3 Mld max 3,5 Mld, cedola 0,25% – Btp a 7 anni, Isin IT0005086886, per un importo min 2 Mld max 2,5, cedola 1,35% – Btp a 15 anni, Isin IT0005024234, per un importo min. 1 Mld max 1,5, cedola 3,50%

 

 

Mar 25 2015

Mef nuove emissioni di CctEu e Btp a 5 e 10 anni

Il prossimo 30 marzo ci sarà un’asta per l’emissione di CctEu scadenza giugno 2022 per un importo min. di 2 Mld e max di 3 Mld, Isin da attribuire. Di Btp a 5 anni con cedola di 1,05% con un importo min. di 1,5 Mld e max di 2 Mld, Isin IT0005069395. Di un Btp a 10 anni con cedola di 1,50% con un importo min. di 2 Mld e max di 2,5 Mld., Isin IT0005090318.

Mar 25 2015

Mef programma emissioni Titoli di Stato nel II semestre 2015

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze comunica l’emissione dei seguenti nuovi titoli per il secondo trimestre del 2015:

CCTeu 15/12/2014 – 15/06/2022       Ammontare minimo dell’intera emissione: 9 miliardi di Euro
BTP      15/04/2015 – 15/05/2018      Ammontare minimo dell’intera emissione: 9 miliardi di Euro
BTP      01/05/2015 – 01/05/2020      Ammontare minimo dell’intera emissione: 10 miliardi di Euro

L’ammontare minimo si riferisce all’intera emissione, ovvero al valore che il circolante del titolo dovrà necessariamente raggiungere prima di essere sostituito da una nuova emissione sulla stessa scadenza.

La data di godimento dei nuovi titoli può non coincidere con quella di regolamento della prima tranche.

Durante il secondo trimestre, potranno altresì essere emessi ulteriori nuovi titoli sulla base delle condizioni dei mercati finanziari.

Saranno inoltre offerte ulteriori tranche dei seguenti titoli in corso di emissione:

CTZ      26/02/2015 – 27/02/2017
BTP     01/12/2014 – 01/12/2019      cedola 1,05%
BTP     16/02/2015 – 15/04/2022      cedola 1,35%
BTP      02/03/2015 – 01/06/2025     cedola 1,50%

Inoltre, in relazione alle condizioni di mercato, il MEF si riserva la facoltà di offrire ulteriori tranche di titoli a medio e lungo termine, nominali – a tasso fisso e variabile (CCTeu) – e indicizzati all’inflazione, ivi inclusi i titoli non più in corso di emissione, per assicurare l’efficienza del mercato secondario.

Per tutte le aste di titoli a medio e lungo termine, nominali – a tasso fisso e variabile (CCTeu) – e indicizzati all’inflazione (BTP€i), il Tesoro utilizzerà la procedura d’asta marginale con determinazione discrezionale del prezzo di aggiudicazione e della quantità emessa.

Mar 18 2015

Dettagli collocamento Btp 15 anni

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze comunica i dettagli dell’emissione del nuovo BTP a 15 anni, con scadenza 1 marzo 2032 e cedola annua del 1,65%.
Hanno partecipato all’operazione circa 270 investitori per una domanda complessiva di oltre 16 miliardi di euro a fronte degli 8 miliardi di euro emessi. Circa il 34% dell’emissione è stato collocato presso investitori con un orizzonte di investimento di lungo periodo (il 17,8% a banche centrali/istituzioni governative e il 16,2% a fondi pensione e assicurazioni). Le banche si sono aggiudicate circa il 29,4% dell’ammontare complessivo, mentre ad asset manager e fondi d’investimento è stato assegnato circa il 21,7% dell’emissione. Infine, la quota sottoscritta da hedge fund è stata pari all’11,1%, mentre quella allocata a imprese non finanziarie è stata pari al 3,8% dell’assegnato.
Il collocamento del titolo ha visto una partecipazione di investitori diversificata dal punto di vista della provenienza geografica, con una quota significativa di investitori domestici che si sono aggiudicati il 43,8% circa dell’emissione. Di rilievo è stata anche la quota sottoscritta da investitori residenti nel Regno Unito/Irlanda (circa 20,2%) a fronte di una richiesta pari a circa il 39,9% della domanda totale. Il resto dell’emissione è stata collocato in larga parte in Europa continentale (circa 25,8%), con una significativa presenza di Scandinavia (8,4%), Germania/Austria (6,5%), Francia (4,3%), Iberia (3,1%) e Benelux (1,9%). Da notare la partecipazione anche degli investitori svizzeri per una quota pari circa all’1,7%. Al di fuori dell’Europa, significativa la partecipazione degli investitori nordamericani (USA e Canada), che si sono aggiudicati il 7,1% dell’emissione. Infine, il restante 2,6% è stato assegnato ad investitori residenti nel Medio Oriente ed in Asia.
Il collocamento è stato effettuato tramite la costituzione di un sindacato composto da Barclays Bank PLC, Crédit Agricole Corp. Inv. Bank, Goldman Sachs Int. Bank, Monte dei Paschi di Siena Capital Services Banca per le Imprese S.p.A. e Royal Bank of Scotland PLC che hanno partecipato in veste di lead managers, mentre tutti gli altri Specialisti in titoli di Stato sono stati co-lead managers dell’operazione.

Mar 17 2015

Risultato emissione Btp a 15 anni

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze comunica i risultati dell’emissione della prima tranche del nuovo BTP a 15 anni. Il nuovo titolo ha scadenza 1° marzo 2032, godimento 1° marzo 2015 e tasso cedolare annuo 1,65%, pagato in due cedole semestrali. Il regolamento dell’operazione è fissato per il 24 marzo p.v.
L’importo emesso è stato pari a 8 miliardi di euro. Il titolo è stato collocato al prezzo di 99,501, corrispondente ad un rendimento lordo annuo all’emissione del 1,691%.
Il collocamento è stato effettuato mediante sindacato, costituito da cinque lead manager, Barclays Bank PLC, Crédit Agricole Corp. Inv. Bank, Goldman Sachs Int. Bank, Monte dei Paschi di Siena Capital Services Banca per le Imprese S.p.A. e Royal Bank of Scotland PLC e dai restanti Specialisti in titoli di Stato italiani in qualità di co-lead.
Con successivo comunicato del Ministero dell’Economia e delle Finanze sarà specificata la composizione della domanda.

Mar 16 2015

Nuovo Btp a 15 anni

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze comunica di aver affidato a Barclays Bank PLC, Crédit Agricole Corp. Inv. Bank, Goldman Sachs Int. Bank, Monte dei Paschi di Siena Capital Services Banca per le Imprese S.p.A. e Royal Bank of Scotland PLC il mandato per il collocamento sindacato di un nuovo BTP benchmark a 15 anni con scadenza 1° marzo 2032. La transazione sarà effettuata nel prossimo futuro, in relazione alle condizioni di mercato.

WordPress Themes

Giovanni Malfettone is Spam proof, with hiddy