Apr 10 2015

Polizze dormienti probabile riapertura termini

Il Ministro Federica Guidi, Sviluppo Economico, in risposta ad un’interrogazione del’On. Mario Sberna (Per l’Italia – Centro democratico) ha affermato che se ci sono fondi saranno riaperti i termini per il rimborso delle polizze dormienti.

 

Di sotto inserisco il testo dell’interrogazione dell’On. Sberna ed appena sarà pubblicata sul sito della Camera dei Deputati anche l’intervento del Ministro Guidi.

  SBERNA. — Al Ministro dello sviluppo economico. — Per sapere – premesso che:
il fondo, istituito con legge 23 dicembre 2005, n. 266, finalizzato a indennizzare i risparmiatori, vittime di frodi finanziarie a seguito di investimenti sul mercato finanziario, si alimenta con gli importi dei conti correnti e dei rapporti bancari definiti come dormienti all’interno del sistema bancario, nonché del comparto assicurativo e finanziario;
la legge 27 ottobre 2008, n. 166, all’articolo 3, comma 345-quater, ha disposto che gli importi dovuti ai beneficiari dei contratti di cui all’articolo 2, comma 1, del codice delle assicurazioni private (decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209), che non sono reclamati entro il termine di prescrizione del relativo diritto, sono devoluti al suddetto fondo e ha stabilito il termine di due anni per la prescrizione e la conseguente devoluzione al fondo;
il termine di due anni si è, però, rivelato insufficiente al fine di garantire la possibilità di riscatto della polizza, soprattutto in caso di morte dell’intestatario. Inoltre, si è verificato che molti intermediari non abbiano rivolto, così come previsto dall’articolo 3 del decreto del Presidente della Repubblica n. 116 del 2007, al verificarsi delle condizioni di dormienza del conto, ai relativi titolari l’invito a impartire disposizioni e l’avviso che, decorso il termine previsto dalla legge, il rapporto sarebbe stato estinto e le somme devolute al sopra menzionato fondo. Tutto questo ha fatto sì che molte persone si sono viste devolvere al fondo i propri risparmi dopo la prescrizione di 2 anni, senza essere stati avvertiti dall’intermediario;
proprio per questo il decreto-legge n. 179 del 2012, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221, ha riportato da 2 a 10 anni il termine di prescrizione delle polizze vita «dormienti»;
tuttavia, si è così verificata una disparità di trattamento per tutti i risparmiatori la cui prescrizione è avvenuta tra l’entrata in vigore della legge n. 166 del 2008 e quella del decreto legislativo n. 179 del 2012, non avendo quest’ultimo carattere retroattivo;
per ovviare alla disparità di trattamento il Ministero dello sviluppo economico ha indetto, tramite la Consap s.p.a. (Concessionaria servizi assicurativi pubblici), due bandi di rimborso volti ad indennizzare i consumatori danneggiati per le modifiche intervenute in materia di prescrizione delle polizze vita e per la scarsa disponibilità e tempestività dell’informazione relativa al susseguirsi di tali modifiche;
i due bandi hanno rimborsato i risparmiatori le cui polizze erano scadute entro il 31 dicembre 2009. Il secondo bando ha corrisposto un rimborso proporzionalmente ridotto a causa dell’accoglimento di domande per un importo superiore allo stanziamento predisposto dal Ministero dello sviluppo economico;
rimane una disparità di trattamento tra i risparmiatori in quanto sono del tutto esclusi dal rimborso coloro la cui prescrizione è avvenuta tra il 1o gennaio 2010 e il 20 ottobre 2012, data dell’entrata in vigore della legge n. 179 del 2012 –:
se non intenda finanziare un terzo e ultimo bando che, eliminando le disparità di trattamento verificatesi, permetta a tutti i risparmiatori di rientrare in possesso del proprio denaro. (3-01420)

 

  • By agatino, 4 Settembre 2015 @ 09:21

    ho presentato domanda di rimborso della polizza a seguito del decesso dell’assicurato mi e’ stato comunicato di non poter dar corso alla richiesta in quanto , si e’ ormai prescritto essendo trascorso piu’ di due anni tra la data dell’evento 10/6/2010 e la data di denuncia del sinistro 9/1/2013, chiedo che si dia la possibilita’ agli eventi diritto -beneficiari e eredi – di riavere indietro i capitali (frutto di sacrifici)devoluti facendo una richiesta al fondo dormienti. Rendendo retroattiva la prescrizione di 10 anni anche per le polizze in scadenza,si eviterebbero tutti i profili di incostituzionalita’ tra i correntisti e beneficiari di polizze

Other Links to this Post

WordPress Themes

Giovanni Malfettone is Spam proof, with hiddy