Feb 21 2013

Consap pubblica delle Faq per il rimborso delle polizze dormienti

La Consap ha pubblicato delle Faq per il rimborso delle polizze dormienti.

Di sotto il copia ed incolla delle Faq presenti sul sito Consap.

 

Le domande e le risposte sono elaborate per l’istruzione dell’operatore del Contact – center

Q. Quali polizze vita dormienti possono essere “risvegliate”?

A. Secondo quanto previsto dalla normativa vigente (Legge 266/2005 e successive modifiche, il D.P.R 116/2007, il D.L. 134/2008, il D.L. 179/2012 ) possono essere risvegliate le polizze per le quali l’evento morte o la sopravvivenza alla scadenza della polizza (nel caso di polizza vita o mista) si siano verificati non prima del 1° gennaio 2006 e non oltre il 29 ottobre 2007.

Q. Che differenza c’è tra beneficiario della polizza e erede?

A. Il beneficiario della polizza è il soggetto che riscuote il capitale al verificarsi dell’evento ed è designato dal contraente nel contratto di polizza. L’erede è l’avente diritto dal beneficiario stesso (esempio: in una polizza caso vita il beneficiario sopravvive alla data della scadenza, ma, prima di riscuotere il capitale assicurato, muore. In questo caso il diritto alla riscossione del capitale spetta all’erede).

Q. È possibile inviare tutto a mezzo email?

A. La domanda può essere inoltrata a mezzo Posta Elettronica Certificata, ma i documenti che devono essere prodotti in originale (come l’attestazione di devoluzione, la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà attestante il decesso del beneficiario, la delega, la procura, il mandato dell’avente diritto, etc) vanno inviati solo a mezzo raccomandata a.r. oppure consegnati con plico a mano all’indirizzo Consap S.p.A. Gestione Polizze Dormienti, via Yser, 14 – 00198 Roma.

Q. Quando avverrà il pagamento dell’importo relativo alla polizza “dormiente”?

A. Sicuramente non prima del 14 ottobre 2013: in ogni caso, non è possibile dare informazioni su quando verranno effettuati i pagamenti poiché bisogna attendere l’arrivo dell’ultima istanza per verificare se l’importo devoluto possa essere pagato interamente o parzialmente: i pagamenti sono prelevati – a norma di legge – da un apposito stanziamento ben definito nell’importo complessivo (circa € 7.000.000). Se tutte le domande accolte rientrano in quest’importo, il rimborso sarà integrale. Se, per esempio, le domande accolte sono pari ad € 14.000.000, verrà pagato ad ognuno la metà dell’importo accolto.

Q. Perché la mia domanda è stata respinta o, comunque, non ho più ricevuto alcuna notizia al riguardo?

A. Le istanze di rimborso eventualmente già presentate a Consap (respinte o meno) dovranno essere ripresentate, con le modalità indicate nell’avviso di presentazione, dal 13 febbraio 2013 al 15 aprile 2013.

Q. Perché la Compagnia non vuole rilasciarmi l’attestazione di devoluzione?

A. Se la Compagnia ha devoluto gli importi al Fondo, la stessa è tenuta a rilasciare l’attestazione di devoluzione. Occorre insistere per il rilascio del documento.

Q. Dove possono essere reperite maggiori informazioni?

A. Maggiori informazioni possono essere reperite sul sito www.consap.it e, comunque, sull’avviso di presentazione ivi pubblicato.

WordPress Themes

Giovanni Malfettone is Spam proof, with hiddy